Sant’Agata Feltria

Sant’Agata Feltria

Secondo gli storici, ancora prima della nascita di Cristo, vivesse in questo luogo una tribù umbra ed un popolo, i sapinati, è quindi molto probabile che proprio la frazione di Sapigno deriverebbe da tale popolo.
Vi sarebbero testimonianze che parlano della presenza di un altro popolo, i Solonati, ciò a portato molti storici a ritenere che abitassero la zona che ora vede sorgere il comune.
Successivamente venne assoggetata al potere di Roma, molte sono le testimonianze storiche di fatto.
Durante il periodo medievale Sant’Agata era attraversata da molte strade e lungo di esse sorgevano ospizi per viandanti e pellegrini, luoghi di ricovero, di cura e di preghiera. Viaggiare all’epoca non era cosa facile e le strade potevano nascondere sorprese spiacevoli.
Nel 1290 il conte Ludovico di Savoia, passando da queste parti fu assalito dal Signore di Petrella, Guido Tiberti, che lo derubò del tesoro che aveva con sè. Anche scorrerie di bande mercenarie dovevano essere frequenti.
Nel Rinascimento il luogo fu conteso da due grandi famiglie rivali, i Montefeltro ed i Malatesta

Richiedi Informazioni

 
Accetto il trattamento dei miei dati personali | Privacy policy