Mondaino

Mondaino

Sorge sopra una rigogliosa collina della valle del fiume Conca, immerso nella splendida campagna dell’entroterra riminese.
Grazie ad alcune testimonianze pervenuteci è possibile datare il primo insediamento umano già in epoca romana, grazie alla costruzione di un tempio dedicato alla dea della caccia Diana. Successivamente, il luogo, fu adibito ad avamposto militare soprattutto tra il 1300 e il 1500.
Proprio per la sua posizione e alla sua imponente struttura, Mondaino, fu il luogo privilegiato da parte delle due signorie constantemente in lotta fra loro, i Malatesta e i Montefeltro, i quali, nel 1393, siglarono un trattato di pace, interrotto tre anni dopo, quando il paese fu conquistato dai marchigiani che lo donarono al Papa.
La Rocca Malatestiana è il monumento che rappresenta la potenza dei Malatesta e in particolare i Sigismondo Malatesta, il quale decise di dotarla di un elegante merlatura ghibellina e ne fece il centro della cinta muraria dotata di ben tredici torrioni. La Rocca dispone anche di una splendida terrazza dalla cui sommità si gode della vista del territorio romagnolo, il litorale pesarese e il Montefeltro, nel punto più basso, invece, si ritrovano cunicoli e passaggi utilizzati, un tempo, per scopi militari. Oggi la Rocca, sede del Municipio e del museo Paleontologico, fa da sfondo a vari eventi, come il “Palio de lo Daino”, di tipica rievocazione Medievale che quest’anno avrà luogo dal 16 al 19 Agosto, fatucchiere, menestrelli, spadaccini, trampolieri, antichi mestieri, giocolieri daranno vita al vecchio borgo, i visitatori potranno gustare la cucina vera romagnola ma anche piatti che rievocano gusti culinari del passato.
Altro importante monumento è Piazza Maggiore, costruita intorno al 1800 dal genio dell’architetto Francesco Cosci, con uno stile neoclassico, è oggi considerata una delle piazze più belle della Romagna.

Richiedi Informazioni

 
Accetto il trattamento dei miei dati personali | Privacy policy